"Untitled Document"
Mercoledì 28 Giugno 2000

GLI SCACCHI    (di Claudio Giacchino)

Pierre Blanc ha vinto il Campionato sociale open della Scacchistica valido per le variazioni Elo. Blanc ha dominato il torneo, a un turno dalla fine era già certo del successo. Ha conquistato 6 punti in otto partite, ha preceduto di mezza lunghezza Leonardo Fuggetta, l’unico tra i 26 giocatori di categoria magistrale (è candidato maestro). Terzo l’avvocato Mario Mastroianni, che ha chiuso a 5 punti. Dal quarto al settimo posto, tutti con 4,5 punti, si sono piazzati Ludwjk Coqueraut, Flavio Xausa, Luca Carnino e Sergio De Paulis. Blanc è prima nazionale: Mastroianni è risultato il migliore tra i «seconda» e Augusto Vozza, neoconsigliere del circolo di via Goito, tra i terza: nella classifica generale è giunto 11° a quota 3,5. Tra i sociali, successo di Giuseppe Derro, con 3,5 punti s’è piazzato sedicesimo. Un’occhiata alle variazioni Elo: Blanc, Carnino e Xausa hanno ottenuto il maggior incremento di punti, 42 ciascuno.
A Montalto Dora, nella quarta prova del Tsc-Cassa di Risparmio, vittoria di Folco Castaldi che ha prevalso per spareggio tecnico sull’altra testa di serie, Fabrizio Ranieri. Tra i ragazzi, impegnati nello Challenge abbinato al torneo, successo di Chiara Cassinera davanti a Ermete Tondella di Andrate ed Enrico Mosca di Montalto.
Domenica, al circolo di Castelpasserino (Rivoli), si disputa la maratona lampo intitolata alla memoria di Teo Lampic. Domenica 9, invece, a Roreto di Cherasco, in via Bra 109, il maestro Paolo Racioppo tenterà di migliorare uno dei seguenti Guinness-primati: giocare in simultanea contro 320 avversari e contro 700 suddivisi in gruppi da 50. Primati omologabili se Racioppo riuscirà a vincere almeno l’80 e il 90 per cento di partite. I giocatori debbono essere inclassificati, sociali o, al massimo, di seconda nazionale. Sponsor dell’iniziativa, la libreria «Le due torri» di Bologna, il negozio che ha tutto, ma davvero tutto, per gli scacchisti. Per informazioni e preiscrizioni telefoniche (sono obbligatorie) a questi numeri 0172439081, 0172457797, 03477436229 e 03381655554.


Copyright ©2000 La Stampa